Comune di Catanzaro

IL SINDACO SERGIO ABRAMO HA INCONTRATO LE ASSOCIAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO E SINGOLI AMMINISTRATORI

Isole ecologiche per i condomini che non usufruiscono dello spazio necessario per esporre sul suolo pubblico le attrezzature adibite alla raccolta differenziata “porta a porta” e sospensione, in questa fase di avvio del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti, delle sanzioni altrimenti previste.

Sono due delle importanti decisioni prese nel corso della riunione con le associazioni degli amministratori di condominio e con singoli amministratori avvenuta a Palazzo De Nobili e voluta dal sindaco Abramo per ascoltare le problematiche da loro palesate a seguito dell’esordio del nuovo servizio avvenuto lo scorso 10 gennaio.

All’incontro erano anche presenti il dirigente del settore Ambiente del Comune di Catanzaro, Antonio Viapiana, e Maria Rosaria Mangiatordi, responsabile della ditta Sieco.

Dai numerosi interventi odierni è emersa, da parte degli amministratori di condominio, una sostanziale condivisione della scelta dell’Amministrazione comunale di passare al “porta a porta” nonostante le criticità dei primi giorni.

E così gli amministratori di condominio dell’area interessata al “porta a porta”, e quindi delle zone del centro storico, Cava, Santo Ianni, Sala e Campagnella,  possono inviare una mail agli indirizzi ufficio.sindaco@comunecatanzaro.it e catanzaro@siecospa.it evidenziando la mancanza di uno spazio esterno al proprio condomino, che sarà opportunamente valutata da un successivo sopralluogo della ditta appaltatrice, tale da consentire l’esposizione delle attrezzature carrellate. Nella stessa mail andrà anche esplicitato il numero di famiglie che risiedono nel condominio. Le isole ecologiche non saranno soggette a Tosap e la pulizia delle attrezzature sarà a carico della Sieco, contrariamente a quanto previsto finora.

“E’ un servizio – ha detto Abramo nel corso dell’incontro – molto importante per la città, che doveva assolutamente partire. Sapevamo che ci sarebbero state delle difficoltà, stiamo cercando di migliorare il servizio soprattutto ascoltando le istanze dei cittadini. Capisco le difficoltà che si possono incontrare, ma lo fanno in moltissime città d’Italia. E’ un sistema che non ci siamo inventanti noi, era un dovere farlo partire anche qui a Catanzaro. Il dato del 54% di differenziata, di cui attendiamo ancora conferma, conquistato in una sola settimana è molto incoraggiante, rende più civile la nostra città e testimonia che la gente vuole fare la raccolta differenziata”.

“La partenza di questo servizio – ha detto ancora il sindaco – probabilmente mi penalizza perché attira su di sé molte critiche. Ma io, in questo momento, dovevo decidere se pensare ai consensi o al bene della mia città. Ho scelto la seconda strada”.

Il sindaco incontrerà nuovamente le associazioni degli amministratori di condominio il 10 febbraio.

Riunione condomini 1